1. Il monaco colpevole di mancanze più gravi sia invece sospeso oltre che dalla mensa anche dal coro.
2. Nessuno lo avvicini per fargli compagnia o parlare di qualsiasi cosa.
3. Attenda da solo al lavoro che gli sarà assegnato e rimanga nel lutto della penitenza, consapevole della terribile sentenza dell’apostolo che dice:
4. “Costui è stato consegnato alla morte della carne, perché la sua anima sia salva nel giorno del Signore”.
5. Prenda il suo cibo da solo nella quantità e nell’ora che l’abate giudicherà più conveniente per lui;
6. non sia benedetto da chi lo incontra e non si benedica neppure il cibo che gli viene dato.

Questa parte della Regola viene letta dai monaci in queste date:

2 marzo

2 luglio

1 novembre

Pin It on Pinterest

Share This
×

Ciao!

Clicca qui per mandare un messagio o invia una email a gualdi@gianbattista.it

×