“Ma ciao” è una delle frasi più belle che un giorno un ragazzo ha rivolto a una ragazza di passaggio.

Effetto? una grande lezione di formazione e di come le parole sviluppano magia.

L’evento ha fatto ridere noi che osservavamo la scena e ha fatto ridere lei.

In realtà, nella comunicazione ipnotica, il “ma” è il cancellatore. Che cosa cancella? Cancella tutto quanto è stato espresso e comunicato fino a quel momento. Non ci credete? Verificatelo voi stessi!

In molti casi, quando mi trovo a parlare con qualcuno, durante un discorso, un colloquio e specialmente durante una performance di formazione, mi rendo conto che non è possibile (almeno in una prima fase) cambiare le convinzioni dell’interlocutore o delle persone che si hanno di fronte. Allora con le persone con cui sto conversando “creo una sfida”.

Procedo! Faccio la domanda: “Ti va di fare una scommessa? O meglio, una sfida per capire come funzionano la tua mente e le tue convinzioni?”. Chiedo semplicemente, durante la conversazione, di non usare due parole particolari e semplici.

Non deve usare solo due termini, almeno quando parla con me. Questo lo faccio per il suo bene e alla fine le sue convinzioni cambiano.

Quali sono i due termini? Spiegarlo adesso sarebbe troppo dispersivo, ma quando ti interesserà clicca qui

Quando usa questi termini lo fermo. La scommessa è vinta da me. Si sa: alle persone non piace perdere le scommesse.

Alla fine gli spiego come funziona la nostra mente e come ho fatto a conVincerlo.

Dale Carnegie sosteneva che l’unico modo per fare qualcosa a una persona è convincerlo a fare quello che vogliamo noi. Ecco quanto scriveva:

“C’è un solo modo per ottenere da qualcuno quello che vogliamo. Ci avete mai pensato? Un solo unico modo. E cioè fare in modo che l’altra persona voglia quello che vogliamo noi. È l’unico sistema.”

Pin It on Pinterest

Share This
×

Ciao!

Clicca qui per mandare un messagio o invia una email a gualdi@gianbattista.it

×