Un giorno un viaggiatore stava percorrendo una strada per andare da un villaggio a un altro.

Lungo la via notò un monaco intento a dissodare un campo nei pressi della strada.
Il monaco augurò il buongiorno al viaggiatore che, a sua volta, rispose con un cenno del capo.

Poi il viaggiatore si rivolse al monaco e disse:
“Mi scusi.
Le spiace se le faccio una domanda?”.
“Affatto”, rispose il monaco.
“Sto viaggiando dal villaggio in montagna fino al villaggio nella vallata e mi chiedevo se sapesse come sono le persone del villaggio più a valle.”

Mi dica”, rispose il monaco. “Che esperienza ha avuto nel villaggio in montagna?”
“Orribile”, esclamò il viaggiatore.
“Per essere sincero sono lieto di essermelo lasciato alle spalle. Gli abitanti erano davvero inospitali.
Al mio arrivo non ricevetti che una fredda accoglienza e, per quanto mi sforzassi, non mi hanno mai fatto sentire come uno di loro.
Gli abitanti di quel villaggio sono molto chiusi e non provano certo simpatia per gli stranieri. Perciò mi dica, che cosa dovrei aspettarmi dal villaggio più a valle?”

“Mi dispiace darle questa notizia,” disse il monaco, “ma credo che avrà un’esperienza molto simile”.
Il viaggiatore, abbattuto, chinò il capo e riprese il cammino.

Alcuni mesi più tardi, un altro viaggiatore percorreva la stessa strada e incontrò a sua volta il monaco.
“Buongiorno”, esordì il viaggiatore.
“Buongiorno”, disse il monaco.
“Come sta?” chiese il viaggiatore.
“Bene, grazie”, rispose il monaco. “Dov’è diretto?”
“Sto andando al villaggio nella vallata”, rispose il viaggiatore e aggiunse: “Sa dirmi com’è?”

“Certo,” fece il monaco. “Ma prima, mi dica, da dove arriva?”
“Vengo dal villaggio in montagna.”
“E com’è stata l’esperienza?”
“Fantastica. Sarei rimasto, se solo avessi potuto, ma degli impegni mi hanno costretto a rimettermi in cammino.

In quel villaggio mi sono sentito parte della famiglia.
Gli anziani mi hanno dato molti consigli, i bambini giocavano e scherzavano con me, e le persone erano generalmente cordiali e generose.
Sono assai dispiaciuto di essermene andato.
Serberò sempre molti cari ricordi di quel luogo.
E del villaggio più a valle, che mi dice?”

“Penso che lo troverà molto simile”, disse il monaco. “Ancora buona giornata.”
“Buona giornata a lei e grazie mille”, rispose il viaggiatore e, con un ampio sorriso riprese il cammino.

Perle di saggezza
Andreas, S. e Andrea, C., Change Your Mind: And Keep The Change, Real People Press 1987.

Pin It on Pinterest

Share This
×

Ciao!

Clicca qui per mandare un messagio o invia una email a gualdi@gianbattista.it

×