E’ l’inconscio, stupido!
Non ce ne vorrai, ma abbiamo approfittato per parafrasare il celebre slogan «E’ l’economia, stupido!».

Coniato da James Carville, grande stratega, per Clinton nel 1992, pietra miliare della politica americana. Perchè lo abbiamo fatto? Ti è mai capitato di voler cambiare qualcosa di te e non riuscirci (o quantomeno fare una gran fatica)?
Ti è mai capitato di avere bisogno di qualcosa e chiederlo alla persona sbagliata?
E’ l’inconscio, stupido!

Ecco perchè è difficile cambiare

Ovviamente lo stupido non è rivolto a te! Ma attira l’attenzione.
Ogni volta che vogliamo acquisire una nuova abilità o meglio ancora cambiare un’abitudineinizia una lotta impari.
Perchè? Semplice, perchè cerchiamo di farlo razionalmente. Ma le abitudini non sono razionali (altrimenti non sarebbero automatiche).
Le abitudini risiedono a livello inconscio(che gestisce il 95% delle nostre azioni). E tu invece a chi lo chiedi? Alla parte conscia (la persona sbagliata, per l’appunto), che gestisce solo un piccolo 5%.
Ecco il perchè della lotta (sicuramente l’hai vissuta più volte vero?).
Il problema? Lo facciamo con le parole, ma le parole non sono la lingua dell’inconscio
Qual è la lingua dell’inconscio? Immagini, suoni, sensazioni.

inconscio

Qual è il problema? Immagini, suoni e sensazioni ci hanno detto che significa fantasticare (..e per gli adulti si sa non va bene, bisogna guardare in faccia alla realtà!).
Qual è il problema? Che è facile…perchè se fosse difficile lo capirebbero tutti…

by Fabio Zancanella

Pin It on Pinterest

Share This
×

Ciao!

Clicca qui per mandare un messagio o invia una email a gualdi@gianbattista.it

×