Guardare o vedere? Osservare o immaginare?

Guardare o vedere? Osservare o immaginare?

GUARDARE, significa fermare lo sguardo su qualcosa. Senza vedere.
VEDERE è avere un’idea, andare oltre, intuire: percepire con gli occhi della mente.
OSSERVARE è custodire, considerare. Osservare, significa considerare con attenzione al fine di conoscere meglio, rendersi conto. Osserviamo le emozioni, gli stati d’animo. L’osservazione ci consente di entrare nell’impalpabile mondo dell’invisibile agli occhi.
IMMAGINARE è forse la parola più ipnotica che esista. E ciò che vorrei fare con voi, per rendere il mondo migliore, se lo volete e quando lo potrete fare, è immaginare di essere al di sopra di qualsiasi giudizio per saper perDonare semplicemente.

E e SI – Empatia e Simpatia – differenze sostanziali

E e SI – Empatia e Simpatia – differenze sostanziali

Ecco la trascrizione di cosa dice Brené nel video qui sopra:

Che cos’è l’empatia e perché è così differente dalla simpatia (nel sottotitoli “simpatia“, è tradotto con “compassione“)? L’empatia fa percepire i legami, la simpatia guida le disconnessioni. L’empatia è molto interessante: Teresa Wiseman è una ricercatrice infermeristica, che ha studiato professioni molto diverse, per le quali l’empatia era rilevante. E ha individuato quattro qualità essenziali dell’empatia:

  1. Prospettiva: l’abilità di mettersi nei panni dell’altra persona o riconoscere che quel punto di vista rappresenta la loro verità
  2. Astenersi dal giudicare: non facile, dal momento che piace alla maggior parte di noi
  3. Riconoscere le emozioni nelle altre persone e
  4. Comunicarglielo

Empatia è essere in contatto con le altre persone. E per me… io penso all’empatia come a una specie di spazio sacro, che si crea quando qualcuno è sul fondo di un buco profondo, grida e dice: <<sono bloccato, è buio, sono sopraffatto>>E noi li guardiamo e diciamo (scendiamo): <<Hey. So cosa succede quaggiù… e non sei solo…>>.

La simpatia invece è: <<Uuuhhhh! Va male eh? Ehm… No… Vuoi un panino?>>.

L’empatia è una scelta ed è una scelta vulnerabile, perché… per entrare in contatto con te devo entrare in contatto con qualcosa dentro di me che conosce questi sentimenti. Raramente, o mai, una risposta empatica comincia con “almeno…”. Sì, e lo facciamo sempre, sapete perché? Qualcuno condivide con noi qualcosa di estremamente doloroso e noi proviamo ad “imbellirla”. Non sono nemmeno sicura che sia un verbo, ma lo uso come se lo fosse. Cerchiamo di farlo vedere sotto una buona luce, quindi…

<<Ho avuto un aborto spontaneo>>. <<Almeno sai che puoi rimanere incinta>>.

<<Penso che il mio matrimonio stia andando in frantumi>>. <<Almeno sei sposata>>.

<<John verrà espulso dalla scuola>>. <<Almeno Sara è una studentessa modello>>.

Una cosa che facciamo a volte, difronte a conversazioni molto difficili, è cercare di migliorare le cose. Se condivido con te qualcosa di molto duro, preferirei tu dicessi:

<<Non so nemmeno cosa dire in questo momento, ma sono felice che tu me ne abbia parlato>>.

Perché la verità è che raramente una risposta può migliorare le cose. Quello che migliora le cose è il legame.

Mediolanum

Mediolanum

Un sistema ben fatto è la chiave per costruire la fiducia.

Si è svolto mercoledì 10 Gennaio 2018 al teatro Giuditta Pasta di Saronno la convention Re-Start della Banca Mediolanum.

Gian Battista Gualdi è stato l’ospite dell’intervento motivazionale Fiducia & Fortuna: cosa hanno in comune queste due parole? Vedi sotto il video di apertura.

Alla convention Re-Start, evento di apertura dell’anno 2018, alla presenza di circa 600 family banker, sono intervenuti con argomenti molto incentivanti e interessanti sulle prossime strategie e sugli obbiettivi della Banca: Massimo Doris – Amministratore delegato, Giovanni Pirovano vice presidente ABI, Stefano Volpato – direttore commerciale, Ciro della Valle – regional manager della Lombardia

Assieme a Gian Battista Gualdi è intervenuto Mauro Bernardi (cliente della banca)  entrambi hanno parlato della felicità. Mauro è un disabile che ha ricostruito e ribaltato la propria vita dopo un incidente 10 anni fa. Qui il video (integrale)-(sintetico) di Lucignolo.

Gian Battista Gualdi è un mentalista e un formatore nell’ambito dell’ipnosi conversazionale e ha tenuto corsi di formazione in questi ambiti per aziende specializzate.

L.M.

Video ricordi di quando eravamo quello che eravamo

Video ricordi di quando eravamo quello che eravamo

Che bei ricordi, li abbiamo fatti tutti e ancora: autostop senza pericoli, il bullismo c’è sempre stato lo dicevi alla mamma o alla maestra e tutto si sistemava (la Tua maestra una sola e non tre o quattro..) poi con i grembiulini tutti uguali, giocare sulle strade con i pattini ti facevi tirare con la bici!

Spettacolo SACBO – Evviva la Befana

Spettacolo SACBO – Evviva la Befana

EVVIVA LA BEFANA

Sabato 6 Gennaio 2018 ore 16:30
Area Gruppi Areostazione di Orio al Serio

SACBO invita tutti i dipendenti e operatori dell’aeroporto a partecipare con figli e nipoti allo spettacolo “EVVIVA LA BEFANA” di Oreste Castagna di Rai Yo-Yo che si terrà nell’area gruppi in Aerostazione Sabato 6 gennaio 2018 alle ore 16:30 con ORESTE, LAURA E DANILO direttamente da RAI Yoyo, Marcello il Mago delle Bolle, Gian Battista Gualdi il Mago Nuvola, il laboratorio per i bambini di BENEDETTA e alle 18:00 arriva la BEFANA con dolci per tutti.